Ibuprofene Carlo Erba 400 mg

Ibuprofene Carlo Erba 400 mg

10 compresse
Indicato per gli adulti e gli adolescenti con più di 12 anni di età per il sollievo dal dolore da lieve a moderato, inclusi mal di testa, mal di denti, dolori mestruali, dolori muscolari ed articolari di lieve entità, e per la febbre.
€ 10,30
€ 7,10
IVA inclusa
vedi più: Carlo Erba

Indicazioni

Ibuprofene Carlo Erba 400 mg compresse rivestite con film contiene ibuprofene, un principio
attivo che appartiene ad un gruppo di farmaci chiamati farmaci anti-infiammatori non steroidei
(FANS), e che è utilizzato per ridurre il dolore e la febbre.
Ibuprofene Carlo Erba è indicato per gli adulti e gli adolescenti con più di 12 anni di età per il
sollievo dal dolore da lieve a moderato, inclusi mal di testa, mal di denti, dolori mestruali, dolori
muscolari ed articolari di lieve entità, e per la febbre.

Cosa deve sapere prima di prendere IBUPROFENE CARLO ERBA
Non usi IBUPROFENE CARLO ERBA se:
-è allergico all'ibuprofene o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale;
-ha avuto mancanza di respiro, asma, naso che cola, gonfiore o eruzioni cutanee con prurito
dopo aver assunto acido acetilsalicilico (aspirina) o altri antidolorifici correlati (FANS);
-ha una storia di sanguinamento gastrico o intestinale o perforazione causata da una precedente
terapia con FANS;
-ha (o ha avuto due o più episodi di) un'ulcera allo stomaco o sanguinamento dello stomaco o
del duodeno;
-ha problemi allo stomaco;
-soffre di gravi problemi di fegato, rene o grave insufficienza cardiaca;
-deve eseguire o ha eseguito un'operazione chirurgica al cuore;
-è in gravidanza o pensa di esserlo o sta allattando con latte materno.
NON utilizzare IBUPROFENE CARLO ERBA nei bambini con meno di 12 anni di età.
Avvertenze e precauzioni
Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere IBUPROFENE CARLO ERBA se:
-ha gravi reazioni cutanee come la dermatite esfoliativa, la sindrome di Stevens-Johnson o la
necrolisi epidermica tossica.
Sospenda immediatamente il trattamento con IBUPROFENE CARLO ERBA alla prima comparsa di rash cutaneo, lesioni della mucosa, o qualsiasi altrosegno di reazioni allergiche;
-ha o ha mai avuto problemi intestinali o malattie (colite ulcerosa, morbo di Crohn).
Sospenda immediatamente il trattamento con IBUPROFENE CARLO ERBA alla prima comparsa di
qualsiasi disturbo allo stomaco o all'intestino, soprattutto se si tratta di sanguinamenti;
-ha o ha avuto l'asma;
-è anziano, poiché ha una probabilità più alta di avere effetti indesiderati;
-soffre di malattie del fegato;
-ha problemi ai reni, poichè potrebbe avere bisogno di una riduzione della dose (vedere
Pazienti con problemi renali);
-ha gonfiore (ritenzione di liquidi o edema), la pressione alta (ipertensione) o malattie
cardiache;
-sta cercando di avere una gravidanza (l'ibuprofene appartiene ad un gruppo di farmaci, FANS
che può ridurre la fertilità nelle donne. L'effetto è reversibile dopo interruzione del farmaco -
vedere ?Gravidanza, allattamento e fertilità?);
-sta assumendo aspirina (acido acetilsalicilico) a basso dosaggio (vedere ?Altri medicinali e
IBUPROFENE CARLO ERBA?).
-Se sta prendendo altri FANS. L'uso concomitante con altri FANS, compresi gli inibitori
specifici della ciclo-ossigenasi-2, aumenta il rischio di reazioni avverse.
Gli effetti indesiderati possono essere ridotti utilizzando la dose più bassa per il più breve periodo di
tempo.
I farmaci antinfiammatori/antidolorifici come ibuprofene possono essere associati a un modesto
aumento del rischio di attacco cardiaco o ictus, specialmente se somministrati in dosi elevate.
Non superare la dose raccomandata o la durata del trattamento (3 giorni).
Deve discutere la terapia con il medico o farmacista prima di prendere IBUPROFENE CARLO
ERBA se ha:
?problemi cardiaci, inclusi attacco cardiaco, angina (dolore al petto) o se ha precedenti di
attacco cardiaco, intervento di bypass coronarico, malattia arteriosa periferica (scarsa
circolazione alle gambe o ai piedi dovuta a restringimento oppure ostruzione delle arterie)
oppure qualunque tipo di ictus (incluso ?mini-ictus' o "TIA", attacco ischemico transitorio); o
pensa di poter essere a rischio per queste condizioni (ad esempio, soffre di insufficienza
cardiaca)
?pressione alta, diabete, colesterolo alto, storia familiare di malattia cardiaca o ictus, oppure se
è un fumatore.
In generale, l'uso frequente di antidolorifici può portare a gravi problemi renali. Questo rischio può
essere aumentato in pazienti che hanno problemi ai reni, negli anziani, o in pazienti disidratati. Negli
adolescenti disidratati esiste il rischio di alterazione della funzionalità renale. Faccia attenzione ad
assumere questo farmaco se si trova in una delle condizioni sopra indicate.
Altri medicinali e IBUPROFENE CARLO ERBA
Informi il medico o il farmacista
se sta assumendo o ha recentemente assunto, o assunto o potrebbe
assumere qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica, in particolare uno dei
seguenti farmaci:
-acido acetilsalicilico o altri FANS (anti-infiammatori e analgesici): poiché questo può
aumentare il rischio di ulcere o sanguinamento gastrointestinale;
-diuretici (farmaci che aumentano la diuresi, esempio furosemide);
-anticoagulanti medicinali che hanno un effetto anticoagulante (vale a dire sostanze che
fluidificano il sangue impedendo la formazione di coaguli, es. aspirina/acido acetilsalicilico,
warfarin, ticlopidina)
-antipertensivi, medicinali che riducono la pressione alta (ACE-inibitori come captopril,
betabloccanti come atenololo, antagonisti dei recettori dell'angiotensina II come losartan);
-litio e inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI esempio fluoxetina), utilizzati
per il trattamento dei disturbi dell'umore;
-corticosteroidi (farmaci utilizzati per l'asma grave o contro le reazioni allergiche);
-qualsiasi altro medicinale contenente ibuprofene o antidolorifici FANS, inclusi quelli che
si possono acquistare senza prescrizione medica;
-metotrexato, farmaco utilizzato nei tumori.
Anche alcuni altri medicinali possono influenzare o essere influenzati dal trattamento con
IBUPROFENE CARLO ERBA. Pertanto, consulti sempre il medico o il farmacista prima di usare
IBUPROFENE CARLO ERBA con altri medicinali.

IBUPROFENE CARLO ERBA con cibi e bevende e alcol
Assuma il farmaco dopo la prima colazione, dopo pranzo o dopo cena o comunque a stomaco pieno,
specie in caso di disturbi gastrici.
Alcuni effetti indesiderati, come quelle che interessano lo stomaco o l'intestino, possono essere più
probabile quando si assume alcol durante il trattamento con IBUPROFENE CARLO ERBA.
Gravidanza, allattamento e fertilità
Gravidanza
Se è in gravidanza o pensa di esserlo NON assuma IBUPROFENE CARLO ERBA perché può
aumentare il rischio di aborto, di malformazioni al feto o complicazioni durante il parto.
Allattamento
Se sta allattando con latte materno NON assuma IBUPROFENE CARLO ERBA.
Fertilità
L'ibuprofene appartiene a un gruppo di farmaci (FANS) che può ridurre la fertilità nelle donne. Questo
effetto è reversibile alla sospensione del farmaco. È improbabile che questo farmaco, se assunto
occasionalmente, causerà problemi di fertilità; tuttavia, si rivolga al medico prima di utilizzare
IBUPROFENE CARLO ERBA se ha problemi ad avere una gravidanza (vedere ?Avvertenze e
precauzioni?).
Chieda consiglio al suo medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.
Guida di veicoli e utilizzo di macchinari
IBUPROFENE CARLO ERBA
può causare sonnolenza, vertigini e depressione. Faccia particolare
attenzione prima di mettersi alla guida di veicoli o di usare macchinari.

Come prendere IBUPROFENE CARLO ERBA
Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente quanto riportato in questo foglio o le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.
Solo per uso a breve termine.
Adulti e adolescenti con più di 12 anni di età: 1 compressa fino a un massimo di 3 volte al giorno.
Prenda la dose necessaria per alleviare i sintomi. Ingoi la compressa con un po' d'acqua e senza
masticarla.
Non prenda più di 3 compresse (1200 mg di ibuprofene) al giorno.
Utilizzi la dose più bassa per il più breve periodo di tempo necessaria per alleviare i sintomi.
Se dopo 3 giorni i suoi sintomi peggiorano, deve consultare il medico.
Pazienti anziani: gli anziani devono iniziare il trattamento con la dose più bassa possibile poiché
hanno una probabilità più alta di avere effetti indesiderati; (vedere paragrafo 2 - ?Altri medicinali e
IBUPROFENE CARLO ERBA?).
Pazienti con problemi renali: consulti il medico prima di prendere IBUPROFENE CARLO ERBA
poiché può essere necessaria una dose più bassa di quella sopra indicata (vedere paragrafo 2 -
?Avvertenze e precauzioni?).
Bambini: non usi IBUPROFENE CARLO ERBA
nei bambini con meno di 12 anni di età.
Se prende più IBUPROFENE CARLO ERBA di quanto deve
In caso di assunzione di dosi elevate di IBUPROFENE CARLO ERBA
avverta immediatamente il
medico o si rivolga al più vicino ospedale, poiché possono essere necessarie misure adeguate.
Se ha qualsiasi dubbio sull'uso di questo medicinale si rivolga al medico o al farmacista.

Possibili effetti indesiderati
Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone
li manifestino.
INTERROMPA L'ASSUNZIONE di IBUPROFENE CARLO ERBA e si rivolga immediatamente al
medico, se verifica una delle seguenti condizioni:
-gravi problemi di stomaco, bruciore o dolore addominale (ulcere dello stomaco o del
duodeno);
-dolore violento ed improvviso alla bocca dello stomaco (perforazione dell'ulcera);
-reazioni allergiche anche gravi quali: orticaria, prurito, gonfiore del viso, degli occhi, delle
labbra, della gola con difficoltà a respirare, brusco abbassamento della pressione del sangue
(reazione anafilattica);
-affanno inspiegabile e mancanza di respiro (broncospasmo o condizione asmatica);
-gravi eruzioni cutanee con arrossamento, esfoliazione e/o formazione di bolle (es. eritema
multiforme, Sindrome di Steven-Johnson, necrolisi tossica epidermica);
Di seguito sono riportati altri effetti indesiderati che si sono verificati.
Informi il medico se nota la comparsa di tali effetti
Comune (può interessare fino a 1 persona su 10)
-stanchezza (astenia), affaticamento, capogiro, sonnolenza, mal di testa;
-senso di pesantezza allo stomaco, dolore alla bocca dello stomaco (epigastrio) o all'addome,
indigestione (dispepsia), nausea, diarrea, flatulenza e costipazione;
-eruzioni della pelle (cutanee).
Non comune (può interessare fino a 1 persona su 100)
-infiammazione della mucosa della bocca con ulcere (stomatiti ulcerative), peggioramento
dell'infiammazione al colon (colite);
-vomito contenente sangue particelle scure che assomigliano a chicchi di caffè (ematemesi) o
feci nere (melena), associati ad emorragie gastrointestinali;
-ipersensibilità (gonfiore e orticaria);
-infiammazione del naso (rinite);
-difficoltà ad addormentarsi (insonnia);
-visione offuscata e disturbi dell'udito.
Raro (può interessare fino a 1 persona su 1.000)
-diminuzione delle piastrine (trombocitopenia), diminuzione dei globuli bianchi (leucopenia);
-insufficienza del cuore, attacco cardiaco o un infarto del cuore, ictus;
-gonfiore (edema);
-depressione;
-alterazione della funzione renale e insufficienza renale;
-infiammazione delle meningi (meningite asettica) che si manifesta con: febbre molto alta, mal
di testa improvviso, incapacità a flettere il capo, con nausea, vomito, confusione, sopore e
fastidio alla luce;
-funzionalità epatica anormale con aumento delle transaminasi.
Molto raro (può interessare fino a 1 persona su 10.000)
-riduzione grave dei granulociti (agranulocitosi), aumento degli eosinofili (eosinofilia),
diminuzione dei globuli rossi dovuta a problemi al midollo osseo (anemia aplastica) o
distruzione dei globuli rossi con diminuzione del loro numero (anemia emolitica), problemi al
midollo osseo (depressione midollare);
-pressione alta del sangue, sensazione di cuore in gola (palpitazione);
-confusione, allucinazioni, iperattività psicomotoria;
-danneggiamento ai reni come infiammazione (nefrite interstiziale), necrosi papillare renale,
sindrome nefrotica;
-disturbi della vista;
-sanguinamenti non dello stomaco o dell'intestino;
-disturbi alla bocca come sensazione di bruciore o irritazione, gastrite, vomito, morbo di
Crohn;
-infiammazione del pancreas (pancreatite);
-prurito, abbassamento della temperatura (ipotermia).
-colorazione giallastra degli occhi e/o della pelle (ittero) e infiammazione del fegato (epatiti);
Altri effetti indesiderati
-prolungamento del tempo di sanguinamento.
Farmaci come IBUPROFENE CARLO ERBA possono essere associati, ad un piccolo aumento di
rischio di infarto del cuore o ictus (vedere paragrafo 2 - ?Avvertenze e precauzioni?).
Segnalazione degli effetti indesiderati
Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga
al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il
sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo ?www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili?.
Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di
questo medicinale.

Come conservare IBUPROFENE CARLO ERBA
Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.
Conservare a temperatura inferiore a 25°C, nel contenitore originale, al riparo dalla luce e
dall'umidità.
Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di
scadenza si riferisce all'ultimo giorno di quel mese.
Non getti alcun medicinale nell'acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come
eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l'ambiente.

Contenuto della confezione e altre informazioni
Cosa contiene IBUPROFENE CARLO ERBA
Il principio attivo è: ibuprofene.
Ogni compressa di IBUPROFENE CARLO ERBA contiene 684 mg di ibuprofene sale di lisina, pari a
400 mg di ibuprofene.
Gli altri componenti sono: polivinilpirrolidone, cellulosa microcristallina, magnesio stearato,
ipromellosa, idrossipropilcellulosa, titanio biossido.
Descrizione dell'aspetto di IBUPROFENE CARLO ERBA e contenuto della confezione
IBUPROFENE CARLO ERBA
è disponibile in astuccio da 10 compresse.
Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio
Carlo Erba OTC Srl, Via Ardeatina, km 23,500 - 00071 Santa Palomba ? Pomezia - Roma
Produttore
JANSSEN CILAG S.p.a, Via C. Janssen - Borgo San Michele ? Latina
Documento reso disponibile da AIFA il 21/07/2016

INGREDIENTI

Principio attivo: 684 mg di Ibuprofene Sale di Lisina, pari a 400 mg di Ibuprofene Acido Libero.
Eccipienti: Polivinilpirrolidone, Cellulosa Microcristallina, Magnesio Stearato, Ipromellosa, Idrossipropilcellulosa, Titanio Biossido.
Questa scheda è stata redatta utilizzando informazioni fornite dalla ditta.

Codice Prodotto: 190005375

clicca qui per verificare se questo sito web è legale
Stampa Consiglia

ALTRI CLIENTI HANNO VISTO