Eczema

Che cos'è

L'eczema (chiamato anche dermatite) è una malattia infiammatoria della pelle. Le cause possono essere più di una. Esiste una forma di eczema dovuta al contatto con sostanze irritanti o allergizzanti ed una forma dovuta a particolari disfunzioni del nostro organismo (si parla allora di ''dermatite atopica'').
Nella dermatite da contatto da sostanze irritanti l'infiammazione è provocata da un danno alla pelle provocato da sostanze quali acidi o solventi. Nella dermatite da contatto di tipo allergico le sostanze responsabili possono essere coloranti per capelli, farmaci applicati sulla pelle, metalli, cosmetici e molte altre. Certe volte la dermatite compare solo sulle parti del corpo esposte alla luce del sole.
La causa vera della dermatite atopica non è nota. Spesso si osserva che le persone colpite hanno una storia familiare di malattie allergiche come asma o rinite allergica (vedi le rispettive schede). Compare spesso nei primi mesi di vita per guarire spontaneamente durante l'adolescenza o l'età adulta. La pelle può rimanere molto sensibile a sostanze chimiche irritanti.

Come si manifesta

Nella fase acuta dell'eczema, cioè il momento in cui si avvertono maggiormente i disturbi di questa malattia, compaiono vescicole sulla pelle, che possono rompersi liberando un liquido chiaro. Successivamente le vescicole si trasformano in una crosticina.
L'eczema provoca intenso prurito, che può impedire il sonno.
Nella dermatite da contatto le lesioni compaiono nei punti di contatto fra parti del corpo (esempio, le mani) e sostanze irritanti. Nell'eczema atopico le parti del corpo più colpite sono il viso, il collo, la pelle dei gomiti, delle ginocchia, dei polsi e delle caviglie.
La pelle diventa via via più secca e più spessa, fino ad assumere un aspetto particolare.

Quali sono i rischi

Ferite e graffi provocate dal continuo grattamento delle parti pruriginose possono infettarsi.

Cosa si deve fare

  • Nella dermatite da contatto va individuata la sostanza o le sostanze dannose, ricordando che non necessariamente giungono a contatto del corpo in forma pura ma, il più delle volte, come componenti di articoli complessi (es. strumenti). Naturalmente il contatto con queste sostanze va evitato o sospendendone l'impiego o indossando indumenti protettivi (esempio guanti) o proteggendo la pelle con le cosiddette creme barriera.
  • Nel caso della dermatite atopica va evitata l'applicazione sulla pelle, in particolare nei bambini, di sostanze che potrebbero essere irritanti, come creme cosmetiche o profumi.
  • Lavare il bambino affetto da eczema atopico con brevi bagni in acqua tiepida, aggiungendo eventualmente all'acqua dell'olio da bagno non profumato. E' meglio evitare il comune sapone e nessun tipo di sapone o bagnoschiuma vanno messi sulle parti del corpo con eczema.
  • Applicare sulla pelle leggermente umida una crema idratante, spalmandola su tutto il corpo: il medico o il farmacista potranno consigliarvene una adatta allo scopo.
  • Tenere molto corte le unghie del bambino, per evitare che si graffi. Se necessario, in particolare di notte, può essere utile mettere al bambino guanti o manopole molto leggere.
  • Vestire il bambino con abiti di cotone leggeri, compatibilmente con la stagione, evitando la lana e le fibre sintetiche.
  • Utilizzare i farmaci prescritti dal medico, e solo questi, seguendo attentamente le sue istruzioni.

Quando rivolgersi al medico

  • Quando il prurito impedisce il riposo.
  • Quando l'eczema diventa più esteso e non migliora nel giro di una settimana.
  • Quando l'eczema si infetta (cioè compare pus ) o si ha febbre superiore ai 38° C.

Data di redazione Archivio Saninforma.


Copyright © 2000-2014 - Az. Speciale Farmacie Comunali Riunite - Reggio Emilia
É vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini presenti sul sito.
Stampa Consiglia

ALTRI CLIENTI HANNO VISTO