Angina pectoris

Che cos'è

L'angina pectoris è una malattia dovuta alla insufficiente quantità di ossigeno che giunge al cuore. L'ossigeno arriva al cuore attraverso il sangue che scorre nelle arterie coronarie: se queste sono ostruite da depositi di grasso, meno ossigeno arriva al cuore e compare un tipico dolore al petto.
L'attacco di angina viene scatenato da attività che richiedono un improvviso aumento del fabbisogno di ossigeno del cuore, ad esempio per un'attività fisica anche molto semplice, come salire le scale o lavare i piatti. Il dolore scompare con il riposo.
In altri casi la causa può essere il restringimento spontaneo delle coronarie ed in questo caso il dolore può comparire anche quando si è a riposo.
L'ipertensione, una eccessiva quantità di colesterolo nel sangue, il diabete, l'obesità ed il fumo sono tutti fattori di rischio per la comparsa di angina.

Come si manifesta

Il dolore al centro del petto, sotto lo sterno, è il segno tipico dell'angina. Il dolore può essere presente anche alle spalle, alle braccia, alla gola, alla schiena e alla mandibola.
Altri disturbi sono il respiro affannoso, rapido e poco profondo, vertigini, nausea e sudorazione.

Quali sono i rischi

L'angina va curata molto attentamente per evitare che possa portare ad un infarto del cuore.

Cosa si deve fare

  • Evitare nel modo più assoluto attività che richiedono sforzi fisici che possono scatenare la crisi. Assumere farmaci per via sublinguale prima di compiere uno sforzo inevitabile (esempio, dover salire le scale di casa) se si ha già avuto esperienza di una crisi. Va invece mantenuta ogni attività fisica che sia ben tollerata, come ad esempio il passeggiare. Non necessario è evitare i rapporti sessuali.
  • Vanno evitati gli stress emotivi, esposizioni a temperature molto fredde o troppo calde, pasti troppo abbondanti. In inverno si deve evitare di uscire nelle ore più fredde e, in ogni caso, occorre vestirsi con abiti molto caldi.
  • Smettere di fumare se si è fumatori. Ridurre il proprio peso corporeo se si è in sovrappeso. Ridurre la quantità di grassi e sale da cucina presente nell'alimentazione.
  • Sottoporsi regolarmente a visita medica ed assumere i farmaci prescritti seguendo scrupolosamente i consigli del medico. Non interrompere improvvisamente l'assunzione dei farmaci prescritti: il vostro cuore potrebbe correre un serio pericolo di infarto.

Quando rivolgersi al medico

  • L'angina richiede una attenta e continua sorveglianza da parte del medico e tutte le persone che ne soffrono devono essere seguite da un medico.
  • Se si hanno problemi o dubbi in merito ai farmaci prescritti.
  • Occorre rivolgersi immediatamente ad un medico o al Pronto Soccorso dell'Ospedale più vicino:
      • quando il dolore aumenta di intensità e non scompare entro 10- 15 minuti nonostante il riposo e i farmaci per l'attacco di angina (quelli da prendere mettendoli sotto la lingua),
      • quando ci si sveglia dal sonno con un dolore al petto;
      • quando ci si sente come storditi e molto affaticati, si respira con affanno anche se si è a riposo, o si diventa pallidi e coperti di sudore.

In questi casi non si deve andare da soli in Ospedale ma bisogna chiamare immediatamente una ambulanza.

Data di redazione Archivio Saninforma.


Copyright © 2000-2016 - Az. Speciale Farmacie Comunali Riunite - Reggio Emilia
É vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini presenti sul sito.
Stampa Consiglia

ALTRI CLIENTI HANNO VISTO